Martedì, 11 21st

Last updateGio, 16 Nov 2017 1pm

Messico pericoloso, violentata nella sicura Milano

Mentre ridicoli e pericolosi figuri si divertono a fare i buffoni, ballano, cantano, ridono, e soprattutto insultano, questa è una costante, anzi, prima ti meno, poi faccio fare una inutile carta chiamata "comunicato" per chiedere scusa, però non lo scrivo io perchè ho qualche difficoltà con la grammatica italiana e con la consecutio temporum, dunque, dicevo, mentre questi esperti di avanspettacolo (peraltro qualcuno lo ha sempre fatto anche di mestiere, ben retribuito, alla faccia del Poverello di Assisi) tengono la scena - o la sceneggiata? -  il nostro allungato stivale è squassato, da settimane, da una ininterrotta catena di violenze inaudite. Fratello riduce in pezzi la sorella e ne semina le membra in diversi cassonetti; due che dovrebbero difenderci dai malfattori (uno di 46 anni e uno di 32, vero? non ragazzini infoiati) abusano di due giovani studentesse americane (sì, ma 'ste sceme erano ubricache e ci sono state...); fidanzato uccide a pietrate la fidanzatina e le famiglie fanno uno stomachevole balletto mediatico; tu mi lasci? e allora io sparo in faccia a tua figlia di 15 anni e l'ammazzo; dottoressa del pronto soccorso violentata da un finto paziente, anche lei ci stava, era chiaro. E via salmodiando.

Oggi, domenica 24 settembre, i giornali e i siti degli stessi sono simili ai bollettini delle guerre più efferate, delle catastrofi naturali, delle barbare pulizie etniche. Leggo:

Milano - Turista violentata da finto autista a noleggio: è stata portata in periferia e stuprata. La turista è canadese, lo stupratore? Mah...Ironica la dichiarazione della donna che ai carabinieri avrebbe confidato: "Ero appena stata in Messico, mi avevano detto di fare molta attenzione lì. E invece tutto questo mi è successo da voi, in Italia". Promozione turistica, segnalare al competente Assessorato lombardo, ma non hanno piú quattrini, quelli che c'erano sono serviti (ultimo stanziamento 1,7 milioni) per la campagna referendaria pro Lombardia a Statuto speciale. Oltre agli 1,3 già spesi in precedenza. Se i conti sono giusti, farebbero 3 milioncini. Bruscolini per una missione così qualificante.

Licata, piacevole cittadina nell'Agrigentino - "Rischiati a toccare le nostre case e sei morta, ti sgozziamo viva, fai una sola cosa contro di noi e ti scanniamo. Ti seguiamo e ti controlliamo a vista". Minacciata la commissaria messa a capo dell'Amministrazione Comunale. La busta con il messaggio di intimidazione è stata recapitata due giorni fa al Comune, la lettera si chiude con la foto di una cassa da morto vuota.

Milano - Ucciso a coltellate da uno dei dei suoi coinquillini per l'affitto -  Un uomo, italiano, di 45 anni è stato ucciso a coltellate per l'affitto da uno dei suoi coinquilini che ha confessato il delitto. Soccorso dal 118 e portato in ospedale è morto a causa delle gravi ferite. E' successo a Milano, nella tarda serata di ieri, in uno stabile di via...

Taranto - Alcol e droga alla guida: arrestato per omicidio stradale, nell'incidente muore 24enne - Incidente mortale nel Tarantino. Una Renault Megane è uscita di strada provocando la morte di uno degli occupanti, Andrea Attanasio, 24 anni. Arrestato per omicidio stradale il conducente, un uomo di 39 anni rimasto ferito, risultato positivo ai test su assunzione di alcool e droga. Nazionalità dell'investitore? Mah...

Poi altre violenze, altri morti in incidenti dove aleggia puzzo di droga, un' altra violenza sessuale in Riviera, ma, non corriamo, ci ammoniscono, la polizia indaga in ogni direzione...forse anche la signorina aveva pruriti vaginali.

E allora? Allora voglio dire: come mai quando c'è qualche sospetto che violentatori o pirati della strada siano nordafricani, ghanesi, cittadini del Bangladesh, rifugiati dalla Siria o dell'Iraq, si indicano le loro provenienze senza indugio? Come mai quando atti criminali vengono attribuiti a queste persone immediatamente, con processo sommario, qualche duro e puro invoca castrazioni chimiche, e ogni sorta di pena? Per i figli della nostra "civiltà cristiana" invece la cautela è d'obbligo. Se i delinquenti sono italici, questo disturba il manovratore, è fuori dallo schema che vogliono imporci. Tempi cupi s'avanzano. Ma a noi checce frega? L'importante è disquisire sulla paternità del Tirami sù, oppure se il Leone di Venezia deve stare o no sulla bandiera della Regione Veneto.

Sei qui: Home Messico pericoloso, violentata nella sicura Milano