Mercoledì, 12 13th

Last updateSab, 09 Dic 2017 1pm

Tegla Loroupe, corsa, pace, e un sorriso solare

Hanno di che essere orgogliosi Elio Forti e i suoi collaboratori della "Diecimiglia del Garda", corsa podistica su strada che lo scorso 6 agosto ha archiviato, nel più feroce dei temporali estivi, la 44esima edizione consecutiva. Una gara che, negli anni, ha conosciuto momenti di autentica celebrità grazie ai nomi degli atleti, italiani e stranieri, che vi hanno preso parte arricchendone l'albo d'oro. Poche settimane fa vi ho riferito della nomina di Paul Tergat al vertice del Comitato Olimpico del Kenya. Adesso mi fa molto piacere rilanciare la notizia di un'altra nomina prestigiosa per una atleta che ha dato lustro alla corsa di Navazzo: Tegla Loroupe, anche lei del Kenya, è stata chiamata a far parte della Commissione atleti dell' A.N.O.C., sigla che decifrata in italiano identifica l'Associazione dei Comitati olimpici nazionali, insomma tutti i C.O.N.I. del mondo, per spiegare a chi non ha dimestichezza con queste strutture sportive.

Tegla è stata una grandissima atleta del fondo e soprattutto della maratona, di cui ha detenuto il primato mondiale vicino alle 2 ore e 20 minuti, siglando vittorie in alcune delle più celebri maratone del mondo, come New York, ad esempio, di cui siamo freschi di notizie, essendosi corsa domenica. Ha un curriculum eccezionale di vittorie, primati e medaglie. A Navazzo venne nel 2003 in occasione della 30esima edizione, che vinse. Fu un'ospite che è rimasta nel cuore a tutti, per la sua gentilezza, il suo sorriso, la sua disponibilità.

Conclusa la carriera di atleta, Tegla si è impegnata a fondo nell'opera politico-sociale, organizzando nella sua terra, a Kapenguria, nella regione del West Pokot, una corsa per la pace, pace fra le litigiosissime - e feroci, si massacrano per un capo di bestiame rubato - tribù di quell'area: la Tegla Loroupe Peace Race. Ha guidato anche le trattative internazionali di pace per il problema del Sud Sudan, guadagnandosi il rispetto e l'apprezzamento in seno alle Nazioni Unite. Ulteriore passo di questo straordinario impegno la nomina a Capo missione del Team olimpico dei rifugiati che, lo scorso anno ai Giochi di Rio, per la prima volta ha schierato ragazzi e ragazze privi di una nazionalità per le guerre che colpiscono i loro Paesi. 

Adesso questo ulteriore riconoscimento da parte della Associazione dei Comitati Olimpici Nazionali. Della Commissione atleti fanno parte altri esponenti che provengono dall'atletica, come il discobolo estone Gerd Kanter, l'ostacolista senegalese Amadou Dia Ba e il martellista giapponese Koji Murofushi, atleta ma soprattutto persona eccezionale, il quale ricopre ora l'incarico di Sports Director dei Giochi Olimpici Tokyo 2020.

Per chi ha dimestichezza con la lingua di Winston Churchill e di David Herbet Lawrence, frequentatori delle nostre sponde lacustri, suggerisco la lettura di questo articolo per saperne di più su Tegla Loroupe.

A Tegla gli affettuosi complimenti di tutti gli amici della "Diecimiglia del Garda". I miei compresi, ovviamente.

Sei qui: Home Tegla Loroupe, corsa, pace, e un sorriso solare