Giovedì, 04 19th

Last updateVen, 13 Apr 2018 10am

Buon Anno 2018 da Sua Maestà il Pizzocolo

 

Stamane, primo giorno di un nuovo anno della mia non corta vita, quando mi sono tirato fuori dal letto e ho guardato al di là dei vetri lui non c'era. Lui è il Monte Pizzocolo che sta davanti alla finestra della mia camera da letto, a Navazzo, e mi dà il buongiorno ogni mattina, da un anno a questa parte. Mi ci sono affezionato, lo guardo spesso, non vi dico che gli parlo (anche se lo faccio...) se no mi prendete per matto. È un compagno fisso delle mie giornate. Se pesassi meno, mi piacerebbe arrivare fino alla sua cima, 1581 metri. Chissà, forse perdendo una decina di chili...

Non era lì davanti a me, ma mi ha inviato la sua eco maestosa e rassicurante al tempo stesso. Il messaggio, solo per me, niente diavolerie informatiche, diceva:

"Non stare in pensiero per me, c'è un po' di neve, lì giù dove sta la tua casa, a 488 metri, piove oggi. Io non ho freddo, ho patito intemperie peggiori. Tranquillo, quando tornerai, sarò sempre qui, in buona salute, e ti dirò "Bentornato a casa". Oggi volevo solo farti arrivare i miei auguri per il Nuovo Anno. Tu girali alle persone che conosci, a quelli cui vuoi bene, a quelli che consideri tuoi amici, a quelli che ti danno tanto, a quelli che ti danno poco, a quelli che non ti danno niente, a quelli da cui ti aspettavi qualcosa e invece ti hanno deluso, a quelli a cui hai dato tanto, poco, qualcosa, e loro ti hanno dato due dita negli occhi, a quelli, tanti, che hai conosciuto in ogni angolo del mondo che hai avuto la fortuna di visitare, a quelli - tanti? pochi? - che non hai ancora incontrato ma incontrerai. a quelli che avevi incontrato ma ti sono sfuggiti come sabbia fra le dita. E, se dopo questa lunga operazione, ti resta un po' di tempo, ricordati di augurarti che anche i tuoi giorni futuri siano buoni. La vita è come la mia immagine prospettica. Se mi guardi dalla finestra della tua camera da letto mi vedi rotondo, smussato. Se mi guardi dal lungolago di Maderno ti appaio appuntito, pungente, per ciò gli abitanti di laggiù mi chiamano "el Gu", la punta, la guglia. Ma sono sempre io: il Pizzocolo. E anche la vita è una sola".

Lo farò, caro vecchio saggio Pizzocolo. Intanto, Buon Anno anche a te, e a tutti voi.

Sei qui: Home Buon Anno 2018 da Sua Maestà il Pizzocolo