Venerdì, 06 22nd

Last updateVen, 22 Giu 2018 1pm

Mi domando: ma sanno quello che scrivono?

Ho letto pochi giorni fa, su un giornale nazionale, una lunga notizia di uno stupro avvenuto a Roma la settimana scorsa. A un certo punto della cronaca (scritta addirittura a quattro mani...ci volevano due redattrici per un impegno così gravoso...) si può leggere:"A violenza terminata i quattro si sarebbero allontanati...". Sarebbero? Dovevano forse rimanere lì? E subito dopo:"...lei, a piedi e sotto shock, ha iniziato a camminare fino a una stazione di servizio. La prima che ha incontrato lungo la strada". A piedi? Forse doveva prendere un taxi? Dite la verità? Non vi sembra curioso che si sia fermata alla prima stazione di servizio che ha incontrato? Noi ci saremmo fermati...alla seconda! E tanto per chiudere in bellezza, una volta raggiunta la stazione di servizio:"...col suo cellulare ha chiamato la polizia...". Col suo cellulare? Stazione di servizio chiusa, immagino. E invece di camminare, ecc ecc, chiamare subito col cellulare? È vero che era sotto shock, dopo uno stupro bestiale, da come è malamente raccontato. Finora nessun seguito, che io sappia.

Sei qui: Home Mi domando: ma sanno quello che scrivono?