Martedì, 10 23rd

Last updateLun, 22 Ott 2018 6pm

...e nel bosco solo i passi dei corridori

Mi viene in mente il titolo di un libro di Gianni Brera, che condivise l'opera con il prof. Sandro Calvesi. Quel titolo diceva:«Atletica, culto dell'uomo». Dell'atletica, la corsa è la manifestazione più genuina, naturale, spontanea. Altro bel titolo di un libro di tanti anni fa, molto simile nel concetto:«La corsa antica e moderna espressione dell'uomo». Lo scrisse (1983) un tecnico che era stato azzurro negli 800 metri: Michele Autore, napoletano trapiantato a Genova, allenatore nazionale. Poi venne un altro «profeta» della corsa, il prof.Enrico Arcelli che , negli anni '80, fece del suo «Correre è bello» un vero e proprio manifesto. Negli ultimi 40 anni si corre ovunque, comunque, con chiunque. Chi dice che le corse sono troppe, chi si lamenta del business che c'è attorno alla corsa, ma però tutti corrono. E va bene così. 

Il tutto per introdurci a una nuova corsa, qui da noi, nella provincia di Brescia, terra generosa di garretti affaticati. Domenica mattina, di buon'ora, via, versa la Bassa. Se non ci siete mai stati, è l'occasione buona per andarci. Il Parco del Lusignolo si estende a pochi passi dal Comune di San Gervasio. Poco più in là c'è anche un lago che porta lo stesso nome. L'Amministrazione comunale ha allestito (con l'aiuto solidale degli esperti amici della vicina Cigole, che organizzano da molti anni una corsa molto conosciuta, e del GS Montegargnano) una corsa podistica nuova di zecca. Un inizio, con l'intenzione di dare continuità. Da quelle parti ci credono, il sindaco Giacomo Morandi è un podista convinto, il consigliere Roberto Scolari è persona che respira sport, spesso anche nella sua professione di grafico. Di bravissimo grafico, cresciuto alla bottega di un Maestro come Martino Gerevini, alla storica tipografia Apollonio. E la locandina della prima edizione del Bosco Running porta la sua impronta di pulizia ed eleganza. 

Sarà l'occasione per gli amministratori per inaugurare l'ultimo tratto della pista ciclabile. Atto cui prenderà parte Gianni Poli, l'atleta il cui nome è legato indissolubilmente alla New York City Marathon che lui vinse nel 1986, e che, in questa occasione farà da padrino agli amici di San Gervasio A noi fa molto piacere la decisione degli organizzatori di abbinare anche il logo del nostro Progetto «Sognando Olympia», ci sarà anche uno speciale trofeo in palio. Le altre notizie fanno bella mostra sulla locandina.

Dettaglio non da poco: ho citato all'inizio Brera e Calvesi. Il prof. proprio di Cigole era originario, e da lì vengono gli amici che hanno dato una grossa mano al sindaco Morandi e al suo consigliere Scolari.

Per ora è tutto, in attesa dell'esito che auguro positivo. 

Sei qui: Home ...e nel bosco solo i passi dei corridori