Mercoledì, 06 19th

Last updateLun, 17 Giu 2019 8am

Subdolo razzismo strisciante (parte seconda)

"Violenza sessuale la scorsa notte al Parco del Valentino, il polmone verde nel cuore di Torino. Una giovane donna, appena maggiorenne, è stata abusata da un trentenne della Guinea, irregolare in Italia, che è stato arrestato dalla polizia. La ragazza, secondo quanto ricostruito dalla polizia, si era appartata con un amico su una panchina del parco, dopo aver trascorso la serata in una discoteca, quando il migrante l'ha minacciata, armato di bottiglia. A dare l'allarme è stato l'amico".

Sempre dal sito di «la Repubblica» di oggi, domenica 23 marzo. Una volta si scriveva «come volevasi dimostrare». Riassumo: un 24enne di nazionalità sconosciuta ammazza un uomo, ferisce gravemente altre tre persone, ma di lui non si sa nulla. La appena maggiorenne che si era appartata su una panchina del Parco del Valentino nel cuore della notte, appartata? giocavano a scacchi? guardavano la luna come i fidanzatini di Peynet? parlavano di Ronaldo che dovrà pagare 20 mila Euro (ridicolo) per aver fatto un gesto degno della suburra? "è stata abusata da un trentenne della Guinea, irregolare in Italia". Miracolo a Torino: di questo stupratore si sa tutto, che è della Guinea e che è irregolare. Vergogna, vergogna, signor Carlo Verdelli, nuovo direttore del quotidiano che è pur il mio quotidiano. Questo è razzismo, del più squallido, ripugnante. È inutile suonare la grancassa sulle iniziative culturali, sui dibattiti pubblici, sui paludati editoriali. La guerra si fa in trincea, giorno per giorno, ci si sporca di fango e di cacca. Anche prendendo a calci nel culo corrispondenti e giornalisti di bottega che scrivono sotto dettatura dei carabinieri, o fanno copia-incolla dei comunicati stampa della Questura. Oppure, anche voi vi siete allineati al razzismo dilagante? Che è quello che penso, ma mi sforzo ancora di rifiutare. Ma per poco.

Sei qui: Home Subdolo razzismo strisciante (parte seconda)