Giovedì, 04 02nd

Last updateMer, 01 Apr 2020 10am

Ma chissenefrega di Harry e di Meghan?

A parte las Marias Chafarderas (espressione spagnola che indica le matrone che stanno a spettegolare tutto il giorno), sono convinto che di 'sta telenovela della famiglia reale inglese non gliene freghi a nessuno. Harry e Meghan lasciano la famiglia, la regina Elisabetta è seccata, Carlo minaccia di tagliare i fondi. Sono un po' di titoli che ho sbirciato, per forza, guardando i siti dei giornali italici. Ma manco fossero la famiglia regnante nel nostro allungato stivale! Che ne parlino il Times, il Guardian, il Sun, l'Indipendent, ma i nostri quotidiani che dedicano paginate? Io proprio non li capisco, va bene qualche notizia, ma questo bombardamento giornalistico. Questa sì che è violenza. Alla nostra intelligenza. Sono perfino andati a intervistare un esperto di protocollo reale per sapere cosa succederà ai due giovani scapestrati adesso che non possono più fregiarsi (adesso invece il verbo è: fregarsi) del titolo di «Altezza Reale».

In un mondo che non riesce più a tenere il conto delle guerre guerreggiate in corso; che ha perduto da tempo la contabilità dei morti ammazzati; che ha la sfrontatezza di far sapere (improponibili giornalisti che lo scrivete per fare gli originaloni, con la benedizioni dei vostri direttori senza morale) che nei primi tre giorni del 2020 un manager di grandi aziende ha già guadagnato come un lavoratore medio da qui al 31 dicembre; oppure, barbarie nella barbarie, che tale ceo (chi sa l'inglese sa cosa significa, per chi non lo sa dico che indica il numero uno max due di una grande azienda) della Boeing (aerei che, teoricamnte, dovrebbero volare) ha ricevuto un assegno di 62,2 milioni di dollari (56 milioni di Euro), la cifra staccata all'ex manager non prevede una buonuscita, ma si compone di incentivi di lungo termine, premi in azioni e schemi pensionistici. Nel bel mezzo della sua gestione il nuovo Boeing 737 Max ha fatto più di 300 morti in due incidenti aerei.

E invece, a sentire i quotidiani che troviamo in edicola ogni giorno, il nostro problema sono Harry e Meghan, e del loro appannaggio reale, tanto a questo si riduce il tutto: voglio farmi i c....miei con i tuoi soldi, nonna Betty. Ma a voi davvero vi frega qualcosa? Io non gioco più, oppure gioco solo mi date un AK-47, un giocattolo disegnato e realizzato dall'ing. Mikhail Kalashnikov, ce ne sono milioni, invenduti, e quindi a poco prezzo, negli arsenali ex sovietici.

Lasciatemi sorridere. Sapete cosa mi ha sollevato il morale? Leggere che le statue di cera di Harry e Megham sono state rimosse dalle gallerie dei palazzi reali. Ma non per loro, poveri figli alla ricerca di una propria automonia (presunta) e indipendenza (me ve de rider..., il quattrino verrà sempre dalla casa madre), ma pensando al nostro disastrato (e disastroso) Paese. Loro le statue di cera le rimuovono, noi le nostre «cere» politiche cele conserviamo gelosamente: Mastro Geppetto adesso elevato agli altari come leader dei progressisti italiani, quella faccia da Pinocchietto con un sorriso improbabile sempre stampato sulla cera appesa ad una cravatta azzurra, l'Incredibile Hulk che ormai bacia di tutto, vomitevole esempio di buzzurro. Poi ci sono i Grilli Parlanti, i ladroni son talmente tanti che se ne è perso il conto, le Fatine fanno un altro mestiere. Ma nessuno ce li toglie di torno.

Sei qui: Home Ma chissenefrega di Harry e di Meghan?