L'indipendenza dello sport... Da che? Da chi?

Ho finito di leggere un libro del prof. Sergio Giuntini, preparatissimo studioso del fenomeno sportivo. Libro datato, pubblicato nel 2008, ma di estrema attualità, anche alla luce delle vicende che stiamo vivendo in questi mesi. Ci hanno raccontato, e continuano a raccontarci, di uno sport indipendente dalla politica. Anche qualche tempo fa abbiamo ascoltato questa favoletta in occasione di un braccio di ferro politica - sport, dove in ballo c'erano quattrini, altro che indipendenza, ideali sportivi, e balle varie. Uno sport sempre più intorcigliato nel dominio del quattrino, nella logica capitalistica che regna ovunque. Il libro di Giuntini serve a rileggere tante vicende sportive a partire dallo spartiacque dell'anno 1968, la contestazione, i pugni chiusi di Tommie Smth e John Carlos sul podio olimpico di Ciudad de Mèxico. Non è servito a molto, basta guardarsi attorno. La recensione del libro sta alla voce «Cartastorie».