Venerdì, 10 23rd

Last updateMar, 20 Ott 2020 9am

Rosetta e Bruno, il significato di «resistere»

In questa giornata del 25 aprile 2020 dedico queste frasi a due persone che hanno attraversato parte della mia vita e che hanno conosciuto la ferocia della dittatura nazifascista, pagando di persona e con le loro famiglie. Dico di Rosetta Nulli e di Bruno Bonomelli. A loro va oggi il mio pensiero. A loro dedico la prima frase del filosofo, matematico, attivista politico inglese, Bertrand Russell: Rosetta e Bruno erano dissidenti per costituzione.

***

"Non smettete mai di protestare; non smettete mai di dissentire, di porvi domande, di mettere in discussione l’autorità, i luoghi comuni, i dogmi. Non esiste la verità assoluta. Non smettete di pensare. Siate voci fuori dal coro. Siate il peso che inclina il piano. Siate sempre in disaccordo perché il dissenso è un’arma. Siate sempre informati e non chiudetevi alla conoscenza perché anche il sapere è un’arma. Forse non cambierete il mondo, ma avrete contribuito a inclinare il piano nella vostra direzione e avrete reso la vostra vita degna di essere raccontata. Un uomo che non dissente è un seme che non crescerà mai". Bertrand Russell

 “Coltivare la Memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare”. Liliana Segre

Quando l’ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa dovere”. Bertolt Brecht

"Era giunta l'ora di resistere; era giunta l'ora di essere uomini: di morire da uomini per essere uomini". Piero Calamandrei

"Una buona parte degli italiani vivrebbe nel fascismo come dentro la propria pelle. Magari dentro a un fascismo meno coreografico, con meno riti, con meno parole: ma fascismo. Un regime che non dia la preoccupazione di pensare, di valutare, di scegliere". Leonardo Sciascia

"Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero perché lì è nata la nostra Costituzione". Piero Calamandrei

"Il 25 aprile. Una data che è parte essenziale della nostra storia: è anche per questo che oggi possiamo sentirci liberi. Una certa Resistenza non è mai finita". Enzo Biagi

"Ai guasti di un pericoloso sgretolamento della volontà generale, al naufragio della coscienza civica nella perdita del senso del diritto, ultimo, estremo baluardo della questione morale, è dovere della collettività resistere, resistere, resistere come su una irrinunciabile linea del Piave“. Francesco Saverio Borrelli

Sei qui: Home Rosetta e Bruno, il significato di «resistere»