Lunedì, 10 26th

Last updateMar, 20 Ott 2020 9am

Luglio 2020, tutti al mare, tanto ciavemo er bonus

Dedico la pagina del mese di luglio del calendario che Chantal, Marco, Pietro, Roberto e io sentiamo come intimamente nostro, con questa bella veduta dell' Eremo di San Valentino, nella mia terra del Montegargnano, alla scrittrice cinese Fang Fang, della quale è stato pubblicato nei giorni scorsi il libro «Wuhan - Diari da una città chiusa» - Editori Rizzoli - la Repubblica. Ho iniziato a leggerlo, non molte pagine, ma già sufficienti a lasciare in me un segno. Scrittura che scorre con facilità, riflessioni di una persona normale, soprattutto intelligente, quello che spesso ci manca nelle relazioni della nostra vita quotidiana. Abbinate la ruvida bellezza delle pietre di San Valentino alle pacate parole di Fang Fang, che vanno collocate nella sua società, quella Cina, che non è quella della Rivoluzione Culturale maoista, ma è forse peggio.

"Un giornalista occidentale mi ha domandato:«Quale lezione dovrebbe imparare la Cina da questa epidemia?». Ho risposto:«Il virus non si è diffuso soltanto in Cina; ha colpito tutto il mondo. Il nuovo coronavirus non ha dato una lezione alla Cina, l'ha data a tutto il mondo; ha educato tutta l'umanità». La lezione è: il genere umano non può permettersi di essere arrogante; non possiamo più credere di essere il centro del mondo, non possiamo pensare di essere invincibili e non possiamo più sottovalutare la potenza distruttiva delle cose più infime - come lo è un virus. Il virus è il nemico comune del genere umano; è questa la lezione. L'unico modo per combatterlo e liberarci della sua morsa è farlo tutti insieme».

Esattamente come facciamo noi italiani: tutti insieme, ognuno per i cazzi propri.

Dal giorno 30 gennaio:"Da due giorni internet è invaso da articoli che analizzano il comportamento degli esperti che sono stati a Wuhan. È giusto, si tratta degli stessi stimati «esperti» che avevano abbassato la guardia dicendoci con assoluta noncuranza che il virus non si trasmetteva da uomo a uomo e che si poteva controllare e prevenire; con quelle irresponsabili dichiarazioni hanno commesso dei veri e propri crimini. Se mai fosse rimasto loro un briciolo di decenza, mi chiedo quanto si sentirannno in colpa nel vedere tanta gente che soffre».

Sostituire Wuhan con Lombardia, mutando l'ordine degli addendi la somma non cambia.

Dal giorno 31 gennaio:"Mio Dio, quante famiglie a Wuhan usciranno distrutte da questa tragedia? E finora nessuno mi sembra che abbia chiesto scusa o si sia assunto la responsabilità di tutto ciò, mentre c'è una quantità infinita di persone che scrive articoli o rilascia dichiarazioni per scaricare le responsabilità su altri...Ma perchè certe persone non riflettono prima di parlare?».

Sostituire Wuhan con Italia, mutando l'ordine degli addendi la somma non cambia.

Dal giorno 3 febbraio:"...(sta parlando delle persone infette) La sensazione di abbandono che provano deve essere più gelida dll'inverno stesso...Dobbiamo farla pagare a tutti quelli che si sono comportati con negligenza e leggerezza, o che semplicemente non hanno riconosciuto i danni provocati. Queste persone dovranno essere perseguite senza pietà, a nessuno di loro dovrà essere permesso di sottrarsi alle proprie responsabilità».

Qui non è possibile sostituire niente. Responsabilità? Termine ormai rimosso anche dal Dizionario della Crusca, o lo sarà fra poco. Agli italiani non gli frega un beato...parlare adesso di responsabiltà? ma che stai a dì? È iniziato luglio! Tutti in fila per andare al mare, tutti alla caccia del bonus vacanze, scorrerà il sangue alla Pensione Mariuccia per farsi riconoscere il bonus che, magari, non sarà ancora arrivato al momento de pagà la settimana a Rivazzurra.

Tutti al mare, tutti al mare, a mostrare le chiappe chiare...

La nostra foto - Dove: Eremo di San Valentino - Apparecchio: NIKON D850 - Lunghezza focale: 14.0 mm - Ottica: 14 mm f/2.8 - Tempo esposizione: 1/320 - Diaframma: f/8.0

Sei qui: Home Luglio 2020, tutti al mare, tanto ciavemo er bonus