Martedì, 11 12th

Last updateLun, 11 Nov 2019 3pm

Castenedolo, nel pianeta degli uomini catapulta

Qualche settimana fa, al campo sportivo di Castenedolo, ho visto un giovanotto di 84 anni lanciare il disco, giovanotto - per spirito, simpatia, carica umana, prestanza fisica - che sfoggiava una maglietta su cui spiccava questa scritta "Throwers forever", lanciatori per sempre. La indossava Carmelo Rado, settimo classificato ai Giochi della XVII Olimpiade Roma 1960. Era venuto a Castenedolo per onorare la memoria di Adolfo Consolini, che gli amici della Atletica Virtus e dell'Archivio Storico dell'Atletica Italiana "Bruno Bonomelli" celebravano con una esibizione di lancio del disco, ça va sans dire. Rado era stato atleta emergente proprio sul finale della gloriosa carriera del campione olimpico e primatista mondiale di Costermano. A Roma c'erano entrambi: Carmelo settimo, Adolfo diciassettesimo (quarta Olimpiade, e avrebbero potuto essere almeno cinque, forse sei), il terzo era il toscano Franco Grossi.

Il motto "lanciatori per sempre" si adatta come una calzamaglia agli amici dell'Atletica Virtus Castenedolo, i quali si inventarono, ormai un bel numero di annetti fa, una esibizione aperta a tutti gli atleti sia del club che "esterni", competizione che prese il nome di "Virtus Lancio Story", un mix di amicizia, divertimento, agonismo senza esclusione di colpi, classifiche complicate e quindi bonariamente contestate, ricche premiazioni con distribuzione di luccicante medaglia (al vincitore) di purissimo cartone. Almeno non si disintegra come è successo con quelle degli ultimi Giochi poco olimpici. E poi la competizione finale: il lancio della forchetta, che tutti tengono impugnata saldamente.

Sabato 28 ottobre festa grande allo stadio "Vittorio Colombo" di Castenedolo: il "Virtus Lancio Story" celebrerà la 35esima edizione consecutiva. Come già lo scorso anno, l'esibizione è stata inserita nel circuito "Sognando Olympia", a pieno diritto, aggiungo io, visto lo spirito che più olimpico non si può. Il programma è annunciato nel documento che correda queste righe, mentre aprendo questo indirizzo potrete leggere, se siete curiosi, i "primati" della manifestazione. Se poi di quei due che mi leggono ce ne fosse uno che vuol fare una scappata a Castenedolo, troverà sicuramente una fetta di buona cera e trascorrerà un pomeriggio in allegria.

Sei qui: Home Polvere d'Archivio Castenedolo, nel pianeta degli uomini catapulta