Domenica, 06 20th

Last updateLun, 14 Giu 2021 9am

Tempo di primavera, profumo di Violetta

 

BOGLIACO DI GARGNANO - "Violetta" (nella foto a sinistra la storica imbarcazione degli anni '50) è un nome da leggenda sul Garda, a Gargnano e per la «Centomiglia» velica. Un'imbarcazione della classe 6 metri Stazza Internazionale con questo nome è legata al primo poker nella classifica assoluta nella «Centomiglia», quando la regata copriva il giro di tutto quanto il Benàco. "Violetta" ha vinto le edizioni dal 1953 al 1956, le prime tre volte era un 6 metri, nel '56 un 5.5, progettato e costruito dai cantieri liguri di Vincenzo Vittorio Baglietto. A bordo l'equipaggio era comandato dai liguri Pino Canessa e Gigi de Manicor, entrambi skipper olimpici, de Manicor "oro" nel 1936 a Berlino, le regate si disputarono sul cupo mare del Nord di Kiel. L'equipaggio ligure condusse l' 8 Metre "Italia".

Il nome "Violetta" (questa volta ispirata dalla serie TV in onda su Rai Gulp) è tornato alla ribalta nella recente "Stage 2" (si chiamano così  le gare di questo circuito internazionale) della flotta del monotipo Ufo 22. Il merito è dello skipper gargnanese Pierluigi Omboni, timoniere di questo scafo e autentico dominatore nelle sei prove corse al largo di Gargnano. "Violetta" è tornata così alla ribalta lacustre. Ora è attesa per le altre regate della flotta Ufo 22. Il Circolo Vela Gargnano si concentrerà, a sua volta, sulla 26esima edizione della «Gentlemen's Cup», regata in programma nell'imminente week end, questa volta con tutte le barche monotipo dei laghi europei. La regata prevede una doppia classifica, una assoluta, più quella riservata ai timonieri-armatori. 

Sei qui: Home Tempo di primavera, profumo di Violetta