Martedì, 05 17th

Last updateVen, 22 Apr 2022 11am

Navazzo, ombelico fra la corsa e la natura

 

Con i tristi tempi nei quali ci troviamo impantanati, come faccio a rifiutare un appello accorato da parte di un amico? È sull'orlo del licenziamento, e perdere il ricco emolumento che gli passano gli organizzatori del GS Montegargnano (fonte di ricchi guadagni negli ultimi cinquant'anni grazie alla «Diecimiglia del Garda» e adesso a questo BVG Trail, a Navazzo nei bar non si parla d'altro...) getterebbe la sua famiglia nella disperazione. Per fortuna che non hanno figli! Lo scriba mi prega di pubblicare su questo spazio il suo componimento, il che lo metterebbe al riparo dalla defenestrazione. Volete negare un aiuto ad un amico? Non sia mai! Argomento, ovviamernte, la Bassa Via del Garda Trail che Elio Forti, oligarca della corsa gardesana, ha deciso di portare a Navazzo, per la gioia di una parte della numerosa popolazione (205 residenti a fine 2021). I migliori auguri all'oligarca e allo scriba.

*****

BVG Trail, il ritorno. Si corre di nuovo sui sentieri della Bassa Via del Garda. Dopo due anni di sospensione forzata a causa della pandemia, saranno ancora una volta i sentieri dell’Alto Lago, in sponda bresciana, a ospitare la fatica degli atleti che si confronteranno domani sui due tracciati di questo trail considerato tra i più spettacolari e panoramici, attraverso i territori dei Comuni di Gargnano, Tignale e Toscolano Maderno. Superato il numero chiuso di 550 iscrizioni, sono stati aggiunti altri 50 pettorali “bruciati” in un solo pomeriggio. Alla fine, 553 gli iscritti attesi alla partenza. Chiuse le liste sul sito www.wedosport.net dove è possibile consultare l’elenco dei partenti equamente divisi tra i percorsi proposti.

Non mancano le novità. Navazzo di Gargnano sarà centro logistico della manifestazione, punto di partenza e arrivo con il Trail Village al campo sportivo. Sono infatti i padroni di casa del GS Montegargnano ad organizzare l’evento, ultima tappa del Challenge Trail Running UISP 2021-2022, con il supporto del Comitato BVG. Dopo cinque esaltanti stagioni vissute sull’intero percorso da Salò a Limone e i due annullamenti successivi, BVG Trail riparte.

Ucraina e Russia, presenti! Quattordici i Paesi rappresentati, con maggioranza assoluta al Tricolore. Saranno della giornata, come da elenco iscritti, un’atleta ucraina ed una della Federazione russa, entrambe tesserate per società bresciane. I tempi non sono facili, ci sarà occasione per un abbraccio nel nome dell’umanità e dello sport e un momento per un appello condiviso alla pace. Sarà battaglia, ma sul percorso, scandita dall’affanno del respiro e dall’eco dei passi su sentieri antichi. Altri arrivi da Francia, Stati Uniti (4), Olanda, Repubblica Ceca, Gran Bretagna, ma pure da Argentina , Ungheria, Austria, Spagna, Svizzera e Romania. Assenza rilevata per i tedeschi, con la lista dei partenti in bianco per partecipanti di casa sul Garda. Sono 37, inoltre, le province nostre rappresentate con maggioranza relativa che va a Brescia (260) davanti a Bergamo (66), Milano  e Trento (23), Mantova (20). 

La corta e la lunga. Sono due i percorsi e tutti nuovi. La “piccolina”, la BVG Run, si corre sulla distanza di 22,800 km (d+885m) con partenza anticipata alle 8.30. Da Navazzo a Sasso per scendere in riva al lago e da Gargnano raggiungere in collina la Valle della Cartiere, a Toscolano Maderno, con passaggio suggestivo al Museo della Carta. Si risale poi a Gaino e si torna verso Navazzo con un tratto di un paio di chilometri da Fornico verso Sostaga, comune ad entrambi i tragitti, particolarmente impegnativo proprio in vista del traguardo (tempo limite, 6 ore).

La BVG Marathon tiene fede al nome e si corre sulla distanza di 42 chilometri con dislivello significativo (d+2.360m). Atleti in partenza alle 8 verso Sasso e poi su, si affrontano in rapida successione il monte Comer e la cima del Denervo, quota massima a 1.465 metri. Ancora, discesa verso Piovere lungo il Senter del Tampa e risalita verso Aer e Gardola di Tignale prima del giro attorno al monte Cas e passaggio panoramico al Santuario di Monte Castello. Ritorno infine verso Piovere e Muslone per affrontare da Gargnano l’ultimo tratto verso Navazzo e il “veleno” nella coda con la salita da Fornico (tempo limite, 12 ore).

Iscrizioni chiuse, pettorali, premiazioni. Raggiunta la quota fissata, le iscrizioni sono  chiuse. Per il ritiro dei pettorali lo stand al campo sportivo di Navazzo (via Travaglio 31) sarà operativo dalle 15 alle 20 di venerdì 22 aprile e a partire dalle 5.45 di sabato 23 aprile. Da rispettare le norme anti Covid in vigore alla data della gara.  Probabile ora arrivo primi atleti BVG Run alle 10.15, per la BVG Marathon intorno alle 12.

Alle 11.30 e alle 14.30 le premiazioni delle due corse. Alle 12.30 il via al Riso Party. Alle 18 premiazione del Challenge Trail Running UISP Brescia per i migliori nella classifica generale stilata per i sei eventi del circuito: Maddalena Urban Trail (21/11/2021), l’Uno di Monticelli (4/12/2021), Calabrosa Trail (30/1/2022), Magnifica Salodium (20/2/2022), Sky del Canto (3/4/2022) e BVG Trail.

Per ulteriori e complete informazioni riguardo a regolamento e programma: www.bvgtrail.com. Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; www.facebook.com/bvgtrail; tel. 3332098483.

Sei qui: Home Navazzo, ombelico fra la corsa e la natura