Lunedì, 02 26th

Last updateLun, 12 Set 2022 10am

Qualcuno si ricorda com'erano davvero i "diccì"?

Visite: 706

Se ce lo siamo dimenticati, una rinfrescatina ce la dà una intervista di Giovanna Casadio a pagina 5 de "la Repubblica" di domenica 6 maggio. Intervistato è Ciriaco De MIta, 90 anni, ancora sindaco al suo paese natale, Nusco, in provincia di Avellino. Un vita spesa in politica, nelle file della Democrazia Cristiana, parlamentare per circa 45 anni, segretario del partito, ministro, presidente del Consiglio. Vi propongo alcuni passi della intervista, veri e propri fendenti da far sprofondare i destinatari: dicono molto di più quegli stringati acuminati giudizi delle arzigogolate analisi (?) politiche di certi pomposi professori. Purissimo stile democristiano. Opinioni che io (che nella mia vita mai ho votato diccì) sottoscrivo senza riserva alcuna. Rimpiango la DC? No, ma certo difronte alla accozzaglia di nani affaristi - per di più anche incolti e ignoranti - che vogliono mettere la mani su questo Paese, mi viene da recitare: ah ridateme Piero Gobetti, Antonio Gramsci, Filippo Turati, Giovanni Amendola, Carlo e Nello Rosselli, Ernesto Rossi, Piero Calamandrei, Ferruccio Parri,  Luigi Einuadi, Alcide De Gasperi, Palmiro Togliatti, Niccolò Carandini, Adriano Olivetti, Leo Valiani, Mario Pannunzio, Norberto Bobbio, Pietro Nenni, Ugo La Malfa, Enrico Berlinguer, Aldo Moro, e....

Quale giudizio del leader 5Stelle?

"Luigi Di Maio è un ragazzo che pretende di candidarsi a Palazzo Chigi"..."...si è inventato presidente del Consiglio cambiando l'abbigliamento, la postura. Ma io non gli ho mai sentito fare un ragionamento, solo delle affermazioni".

E di Salvini?

"Credo che non abbia la conoscenza della complessità dei problemi del Paese. Mi pare uno che voglia tenere insieme tutto e il contrario. Leggo che entrambe le forze politiche, 5Stelle e Lega, vogliono fare un referendum per uscire dell'euro e non approvare il bilancio della UE. Non sanno quello che dicono".

Il passato insegna qualcosa o siamo sull'orlo di un mutamento di sistema per cui l'esperienza non aiuta?

"Trovare una strada politica presupponeva una consapevolezza della drammaticità della situazione, così da non rivendicare il proprio particolare. Occorreva che tutte le forze politiche si fossero candidate a superare le difficoltà. Invece oggi ciascuno parla secondo le proprie opinioni e convenienze".

Il Pd.....

"Il Pd non l'ho mai capito. E credo sia difficile capirlo adesso. Manca lo spirito di guida, c'è solo la suggestione del comando...Del Pd non ho mai condiviso molto. Ero anzi contrario a farlo, ma - dissi - se si fa almeno si sappia cosa si va a fare".

Gagliardo braccio di ferro fra il "Pèler" e l'"Ora"

Visite: 762

Ricevo dall'Ufficio PR Univela-Campione & CVGargnano 2018, e pubblico, come sempre, vero signor SPELL?, scrive di più di vela 'L'Eco del Pizzocolo" - anche se c'è qualcuno che lo vuole spianare - che certi "fogli" nostrani....:

Scatta il "Maggio a vela" del Garda di Lombardia. Si navigherà sulla rotta Gargnano-Tignale-Campione. Si inizia dalla base di Univela-Campione con la Coppa Europa del trimarano Weta (nella foto). Sarà il primo Campionato continentale del trimarano nato in Nuova Zelanda, 4 metri e mezzo di lunghezza, 3 e mezzo di larghezza, adatto grazie alla sua stabilità, a velisti con disabilità in ambito motorio. L'Europeo Weta è in programma dal 6 all'8 maggio al largo di Campione del Garda. Quasi ceramente si correrà con la classica brezza dell'Ora pomeridiana, il vento "gagliardo" come lo definì Wolfang Goethe nel suo "Viaggio in Italia".

Sull'onda della letteratura la Limonaia del "Prà" (il prato) di Tignale, tanto cara a DH Lawrence, farà da scenografia alla regata dei doppi giovanili di 420, Rs Feva, Rs 500 e 29Er. In palio ci sarà il Trofeo Comune di Tignale che collaborerà con gli organizzatori del Circolo Vela Gargnano. La regata è in calendario il 13 maggio. Dal 18 al 21 maggio Univela e Campione proporranno la quarta "Nations Cup"  per il doppio 420, patrocinio della Regione Lombardia.

Il 19-20 maggio i grandi monotipi lacustri si ritroveranno a Gargnano per la classica "Gentlemen Cup". In acqua si affronteranno le flotte di Asso 99, Dolphin, Protagonist e Ufetti 22, questi ultimi che a settembre, su queste stesse acque, si misureranno nel loro Campionato nazionale 2018. La "Gentlemen" è co-organizzata da Circolo Vela Gargnano e dallo Yacht Club Cortina d'Ampezzo in collaborazione con Garda Uno Lab. Il "Maggio a vela" del Garda lombardo si chiuderà il 27 ad Univela-Campione con una regata zonale della flotta olimpica del Laser con le sue varie versioni.

A Univela-Campione progetti, barche e regate

Visite: 761
 
Week-end importante per il centro velico (e non solo) Univela-Campione, adagiato sulla riva lombarda del Garda. Domenica mattina breve conferenza stampa di presentazione per inaugurare i Master della Andrew Simpson Foundation, progetto britannico, dedicato alla medaglia d'oro dei Giochi Olimpici Pechino 2008 (classe Star, in barca con Iain Percy), scomparso in mare a San Francisco, durante un test con i grandi catamarani volanti della Coppa America nel 2013. Univela diventerà l'hub europeo del progetto inglese.
Nell'occasione lo skipper statunitense Harry Melges ha presentato  la nuova flotta dei "Melges 14", un singolo molto interessante per le giovani leve. Harry Melges III è figlio del leggendario Harry "Buddy" Melges, il campione che può vantare l'oro olimpico nella Classe Soling (Monaco 1972, era in barca con William Bentsen e William Allen), due titoli mondiali in due classi olimpiche (Star e Soling), e, a completare una terna unica, la Coppa America, vinta nel 1992 con "America³" (leggasi America Cubed) contro "Il Moro di Venezia" (dell'industriale Raul Gardini, skipper Paul Cayard), sul mare di fronte a San Diego, in California. Melges III, anche lui campione del mondo di vela, è ora l'animatore delle flotte dei vari "Melges", quasi tutte firmate dallo studio Reichel & Pug, altri grandi protagonisti delle regate di Coppa America e dell'Offshore marino, una serie di barche costruite da vari cantieri in tutto il mondo. 
Gli ospiti presenti alla base di Campione hanno anche potuto ammirare due catamarani volanti della classe Flying Phantom del consorzio svedese "Artemis". Saranno utilizzati per una serie di corsi per la navigazione con i Foil (le alette tipo aliscafo). 
Dopo questo week-end di presentazioni e brindisi, Univela-Campione si appresta ad organizzare, dal 5 all' 8 maggio, il Campionato d'Europa del trimarano Weta, barca adatta anche ai velisti con disabilità in ambito motorio. Si concretizzeranno poi altri eventi, come sempre co-promossi, in collaborazione con il Circolo Vela Gargnano e con il patrocinio di Regione Lombardia. Tra questi c'è la quarta "Nations Cup" per i team del doppio 420 (18-21 maggio), il trofeo "Alpe del Garda" con i 49ER, Fx e 29Er (12-14 luglio) e il Mondiale ed Europeo del singolo "Splash" (20-28 luglio).
Nelle due foto: a sinistra un piccolo "Melges 14" e a destra un catamarano "Artemis Flying Phantom".
 
 
 

Andrew Simpson Foundation, "master" per velisti

Visite: 803

 

CAMPIONE DEL GARDA – Il Benaco si arricchisce di una nuova prestigiosa scuola di vela internazionale. L’iniziativa parte dalla inglese Fondazione Andrew Simpson, dedicata al campione olimpico oro a Pechino 2008 scomparso in mare durante un test in occasione della Coppa America di San Francisco, nel maggio 2013. Sulla piccola penisola lungo la riva lombarda del Garda domenica sarà inaugurato ad Univela-Campione la “Andrew Simpson Watersports Centre Lake Garda”, appendice in Europa della Fondazione intitolata al velista inglese. Si tratta di un autentico “Master” (ma anche per famiglie, giovanissimi, atleti con disabilità) degli sport velici, curato dai grandi campioni olimpici, come l’oro dei Giochi Olimpici Rio 2016, Paul Goodison. 

Nel corso della giornata di inaugurazione (con inizio alle ore 10) verranno offerti dei corsi di prova per tutte le attività accompagnati da coach brevettati Royal Yachting Association. A seguire si terrà un Pizza Party per rilassarsi e usufruire della struttura che offre camp da 5 giorni per tutti i livelli di velista o windsurfer dal principiante al foil, oltre che settimane multi-attività rivolte a bambini sopra gli 8 anni e che non hanno ancora deciso quale sport praticare e che vogliono provare vela, windsurf, kayak e Sup.

Barcellona attraverso i rami di un melocotonero

Visite: 664


 

Melocotonero (spagnolo) uguale pianta di pesche (italiano). In questo caso, pianta coltivata su una terrazza all'undicesimo piano di un edificio nel Nou Barris, vasto quartiere a nordovest della città. Il potpourri di foto ci è stato inviato dalla signora Encarnación, che segue questo sito. Complimenti alla signora per le foto e la...coltivazione: ha fatto sapere che la rigogliosa pianta tiene dodici frutti, melocotones, lo diciamo per coloro che andando in Spagna volessero comperare delle pesche. In basso il parco proprio in fronte della casa del melocotonero, animatissimo in questa occasione per el mercadillo medieval, che ha avuto un enorme successo.

Sei qui: Home