Venerdì, 09 18th

Last updateVen, 18 Set 2020 2pm

Abbagnale impopolare? No, solo sano buon senso

Ho letto una dichiarazione, che in parte riporto di seguito, di Giuseppe Abbagnale,  oggi presidente della Federazione italiana canottaggio. Dichiarazione inascoltata visto l'esito della riunione del Comitato Olimpico Internazionale. Incredibile ma vero: il CIO ha emesso un comunicato per dire che allo stato attuale non si può prendere una decisione ultimativa. Se qualcuno vuol scommettere con me fin d'ora: nel mese di giugno diranno che i Giochi Olimpici sono rimandati. Ha detto Abbagnale:

"Vista la situazione attuale, secondo me il CIO, farebbe bene a rinviare di un anno i Giochi Olimpici di Tokyo. So che la mia potrebbe essere una posizione impopolare, ma aspettare ancora uno o due mesi per prendere una decisione definitiva, metterebbe a rischio la salute dei nostri atleti. Perché in questo periodo qualsiasi sportivo già sicuro o in corsa per andare a Tokyo si allenerà al massimo e nel nostro sport, come in tanti altri, non lo si può fare a casa. Quindi, malgrado tutte le precauzioni che si possono prendere, non si può essere al 100% sicuri di non correre rischi. Io spero che tra due mesi questo incubo sarà solo un brutto ricordo, me lo auguro fortemente, ma ad oggi c'è una situazione drammatica e per me la tutela della salute dei nostri ragazzi viene prima di tutto".

Condivido pienamente la posizione del signor Abbagnale. Ho osservato con disgusto i vergognosi tiramolla del calcio, della Lega, degli organismi pedatori internazionali, che dovrebbero essere messi tutti sul banco degli accusati e condannati perchè con la loro assurda difesa di interessi hanno fatto sì che si favorisse la diffusione del virus fra i giocatori. Colpevoli, alla pari, anche questi ultimi, bravissimi a dare pedate in una palla rotonda. In questo caso hanno dato calci al buonsenso. Riscoprire l'istituto del rifiuto? oppure dello sciopero? Troppo difficile, c'è di mezzo il premio partita...altrimenti come mi compero la prossima Lamborghini?

Oggi il Comitato Olimpico Internazionale guidato dal tremebondo herr Bach naviga a vista, aiutato dal Primo Ministro giapponese, Shinzo Abe, e il ministro dello Sport, signora Seiko Hashimoto, che hanno dichiarato che la preparazione dei Giochi va avanti e che il 24 luglio si apriranno come previsto. Entro il 24 luglio sarà tutto risolto? Tutti guariti? Tutti in forma olimpica? Invece di continuare a buttare soldi nella preparazione, in Giappone e fuori dal Giappone, dire chiaro, oggi, i Giochi quest'anno non si fanno. Invece fanno l'esatto contrario e si nascondono dietro un patetico «allo stato attuale non ci sono le condizioni per...». Dovrebbe invece dire, per dimostrare che il cervello non è un optional: li rinviamo al 2022, quando in Cina ci saranno i Giochi Invernali. E si tornerebbe, per una volta, ai tempi andati. Fino al 1992, estivi o invernali che fossero, i Giochi si celebravano nello stesso anno, solo dal 1994 sono sfalsati (per motivi di bottega, per spremere più quattrini). Me lo ricordava il mio amico Paolo, che sa di sport come pochi altri e che, persona intelligente, quando non è sicuro di una data, un nome, una medaglia, si documenta prima di dare aria ai denti. Lo spostamento di due anni consentirebbe anche il recupero economico delle grandi aziende mondiali che appoggiano il CIO. Cina e Giappone potrebbero trovare, volendo, forme di collaborazione, sono vicini di balcone. Vedarem...

Sapete tutti, mi auguro, chi è stato Giuseppe Abbagnale? Sì? Mi fido...ma tanto per scrivere qualche riga in più, aggiungo...Giuseppe con il fratello Carmine e il timoniere Peppino Di Capua hanno vinto due  titoli olimpici nel «due con timoniere» (che adesso hanno tolto dal programma olimpico, Dio sa perchè, cambiare tanto per cambiare) avvenne a Los Angeles '84 e Seoul '88. Giuseppe era stato in finale (settimo) a Mosca '80. E tanto per non farsi mancare niente, con gli stessi compagni di voga, aveva vinto un argento anche a Barcellona '92. Alla gloria olimpica aggiungiamo quella mondiale: sette vittorie fra il 1981 e il 1993. La foto dell'armo Giuseppe e Carmine Abbagnale e del timoniere Di Capua l'ho ripresa dal sito sportfair.it che ringrazio.


Sei qui: Home Abbagnale impopolare? No, solo sano buon senso